Catterini Dentaltech SA Odontotecnica Lugano Swiss Dentalabor Heigh Tech


Vai ai contenuti

Passivazione

Cresco System






Svolgimento di un lavoro
CRESCO™

Piegatura dei tubi


1. Si comandano le soluzioni
Cresco API™
Si possono comandare presso la ditta Astra Tech di Losanna (v.1a pag.) o telefonando al rappresentante Franco Filiberto. Se il dentista dispone già dei Transfert, può spedire l'impronta al laboratorio che si occuperà della comanda in base al tipo d'impianti.



2. Si piegano i tubi

In laboratorio il tecnico farà prima il modello di lavoro con gli analoghi del set API™ e la gengiva molle.
Dopo una prova d'estetica con montaggio dei denti in resina o wax-up diagnostico, con l'aiuto di una mascherina si piegano i tubi. Si piegano facilmente grazie ad uno strumento apposito
fino anche a 30°.



3. Si modella il ponte
Ora si procede con la modellazione facile e senza dover prestare troppa attentione alla precisione visto che verrà passivato.




4. Si fonde
Qui si può scegliere tra una fusione in oro, titanio o acciaio. Per l'oro, in più ci sono i supporti di ponte calcinabili da fondere con lo stesso metallo che poi verranno alesati.





5. Si sgrossa e rifinisce

Rifinire bene il ponte prima della messa in precisione.
Viene posizionato il modello con il ponte in un
fissatore che regola un'altezza di base a 70 mm.




6. Si taglia alla macchina (passivazione)

Fissiamo sulla macchina il ponte da una parte e dall'altra il modello con i supporti di ponte avvitati.
Si tagliano in totale 5 mm sia dal ponte che sul suporto del modello
perfettamente su di un piano.



7. Si salda al laser

Una volta tagliati tutti gli impianti si salderanno al laser con un programma preciso al materiale in questione su tutta la circonferenza e profondità.

Home Page | Chi siamo | Dove siamo | Laboratorio | Cosa facciamo | Cad-Cam | Artiglio | Fusione titanio | Cresco System | Atlantis | Tecnica Laser | Scheletrate | Locator-System | Galleria foto | Novità e proposte | Contatti | LINKS | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu